Resistenza al fuoco casa in legno

La casa in legno ti garantisce contro un pericolo classico delle abitazioni, il fuoco. L’edilizia tradizionale non fornisce molte certezze perché le tecniche costruttive del cemento sono variate nel tempo; la resistenza del legno al fuoco e', invece, certificata e sicura rispetto al cemento armato, per via delle particolari caratteristiche fisiche del materiale costitutivo della biocasa: il legno.

Caratteristiche del legno contro il fuoco

Essendo un materiale costituito di vari strati, offre resistenza graduale alle fiamme. Prima che una trave o una parete di legno bruci tutta deve passare molto tempo perché si devono consumare i vari strati.

Il legno tiene la temperatura per molte ore e riesce anche a lasciare isolato l’incendio; non si propaga, dando così modo e tempo di intervenire chirurgicamente, proprio dove serve.

Sottoposto a fiamma in maniera diretta il legno inizia a bruciare e con il raggiungimento dei 240° di temperatura prende avvio il fenomeno della carbonizzazione; lo strato più esterno annerisce e diviene carbone e così protegge la parte interna.

E’ perciò poco probabile il collasso della struttura in legno, cosa che agevola l’intervento di spegnimento delle fiamme e riduce il pericolo per gli abitanti della casa in legno.

Resistenza strutturale agli incendi

Oltre alla componente strutturale il legno resiste al fuoco perché:

  • non è un buon conduttore, in questo modo protegge gli impianti ed i connettori inseriti nelle pareti di legno;
  • prevede una ridotta dilatazione termica; ovvero, se sottoposto a fiamma libera non si gonfia;
  • non compie emissioni nocive; siccome è un materiale naturale non è trattato e non produce emissioni nocive.

La casa di legno utilizza solo le tecnologie più recenti e più sicure, a tutela delle persone e dell’ambiente. Offre, dunque, grande benessere abitativo ed una migliore resistenza al fuoco.

La biocasa si prende cura di te!

Contattaci per saperne di più!